Una pietra che rotola su Marte dedicata ai Rolling Stones

Una pietra rotolante su Marte ha stimolato la fantasia della Nasa. L’agenzia spaziale americana l’ha vista grazie al suo lander InSight e ha deciso di dedicarla al gruppo rock più noto al mondo: sul pianeta rosso c’è oggi anche la ‘Rolling Stones Rock’, in onore della leggendaria band che ha festeggiato il riconoscimento ieri sera durante un concerto a Pasadena, in California.
L’annuncio è stato dato dall’attore Robert Downey Jr., protagonista dei film blockbuster della Marvel Iron Man, sul palco dello stadio Rose Bowl, poco distante dal Jet Propulsion Laboratory della Nasa che controlla InSight.

 

«Il nome Rolling Stones Rock si adatta perfettamente», ha spiegato Lori Glaze, direttore della Planetary Science Division della Nasa a Washington. «Parte della missione è condividere il nostro lavoro con un pubblico vario. Quando abbiamo scoperto che gli Stones sarebbero stati a Pasadena, onorarli sembrava un modo divertente per entrare in contatto con i fan di tutto il mondo».
E Mick Jagger tra una canzone e l’altra ha commentato: «La Nasa ci ha dato qualcosa che avevamo sempre sognato, una pietra su Marte tutta nostra. Non ci posso credere”. E poi: “Voglio portarla qui e metterla sulla mensola del nostro camino».
Rolling Stones Rock rimarrà però un nome informale: quelli scientifici ufficiali, che designano gli oggetti e i luoghi del sistema solare, possono essere attribuiti solo dall’Unione Astronomica Internazionale. Ma gli scienziati che lavorano con i rover Mars della Nasa hanno già dato molti soprannomi non ufficiali, che sono molto utili per dibattere dei diversi oggetti e fare riferimenti in articoli scientifici. Quindi, anche se Rolling Stones Rock rimane un nome informale, apparirà sulle mappe funzionali del Pianeta Rosso.